Documenti

Omelia di Bérenger Saunière del 25 maggio 1890, Messa delle 8

Traduzione di Riccardo D’Ancona

Domenica 25 Maggio 1890 Pentecoste - Messa alle 08.00 a.m.

Nessuna Processione Domenicale. Lettura della forma breve del sermone. Annuncio riguardante i Giorni delle Ceneri.

Mercoledì, Venerdì e Sabato digiuno e astinenza totale.

Il giorno di Festa che stiamo celebrando oggi si chiama Pentecoste, che vuol dire "cinquantesimo", perchè fu nel cinquantesimo giorno dopo la Sua resurrezione che Gesù Cristo mandò ai Suoi apostoli lo Spirito Santo che aveva promesso. Qui è spiegato come gli Atti degli Apostoli, nell’Epistola per questo giorno, annunciano questo grande evento: "Immediatamente dopo la Sua gloriosa Ascensione, gli apostoli - con Maria la Madre Divina del Salvatore alla loro guida - si chiusero nel Tempio e si prepararono, in ritiro e meditazione, all’arrivo del Santo Spirito".

Dieci giorni erano passati, duranti i quali avevano perseverato unanimemente in preghiera, quando all’improvviso un forte vento si alzò intorno al Tempio ed un globo di fuoco apparve che, secondo una tradizione religiosa, si fermò sulla testa di Maria e si divise poi in lingue di fuoco che si posizionarono sulla testa di ciascun Apostolo.

Questo è il fatto, e queste sono le sue conseguenze: questi uomini furono subito in grado di parlare tutte le lingue che prima non sapevano parlare- Prima erano deboli e timidi, ora erano pieni di coraggio…. Andarono nei luoghi pubblici, pregarono il Cristo crocifisso, e rimproverarono i loro nemici per il crimine che avevano commesso…

Furono minacciati, ma continuarono a parlare; furono frustati,imprigionati, perfino uccisi.

Migliaia furono convertiti. - Nonostante la collera dell’Inferno, la loro persecuzione servì solo ad aumentare il numero dei fedeli….il sangue dei Cristiani è un seme….ecc….

La Pentecoste è il giorno nel quale la Chiesa nacque e, dopo la Pasqua, è la grande festività della Chiesa. - E’ vecchia quanto la Chiesa; la sua origine va indietro fino agli Apostoli, come San Giovanni Crisostomo, Sant’Agostino e parecchi altri Padri della Chiesa ci dicono.

Per entrare completamente nello spirito di questa Festività dobbiamo: 1. Chiedere allo Spirito Santo di accendere i nostri cuori col Suo amore; 2. renderci fedeli alle Sue ispirazioni; dobbiamo agire sempre sotto il Suo controllo e d’intesa con i Suoi impulsi e non dobbiamo causare tristezza a Lui resistendo alla grazia divina.

25.5.1890 (Pentecoste)

© 2009-2018 Tutti i diritti riservati • Testi Antoine Captier, Christian Doumergue, Mariano Tomatis

Collaboratori Patrick Mensior , Octonovo , Morgan Roussel , Marcus Williamson.